top of page

Olive da Tavola: Una Risorsa Italiana da Valorizzare


Roberto De Andreis è il massimo esperto di olive da mensa
Roberto De Andreis. Foto di Gianfranco Maggio

Cogliendo l'occasione di una mia recente intervista, oggi vorrei guidarvi in una riflessione approfondita sulla situazione attuale delle olive da tavola, incluse le preziose varietà di olive verdi e olive nere che arricchiscono la nostra tavola. Il nostro viaggio ci porterà a scoprire quanto questo prodotto, spesso sottovalutato, sia invece un vero e proprio gioiello della gastronomia italiana.


La Produzione di Olive da Tavola in Italia

Non tutti sanno che in Italia consumiamo 132.000 tonnellate di olive da tavola, ma ne produciamo solo 90.000. Di conseguenza, siamo costretti ad importare una notevole quantità di questo prodotto, prevalentemente da Spagna, Grecia ed Egitto.

All'interno del panorama italiano, emergono varietà di grande pregio come la Taggiasca, la Nocellara del Belice e l'oliva di Gaeta, tutte apprezzate per il loro sapore unico.


 in Italia consumiamo 132.000 tonnellate di olive da tavola, ma ne produciamo solo 90.000.

I Retroscena dell'Importazione

Tuttavia, ci troviamo di fronte ad una realtà complessa. Molti marchi importanti optano per l'importazione di olive da mensa già confezionate, pronte per essere etichettate con il proprio brand e introdotte nel mercato italiano. Ma quali sono le ragioni di questa scelta?

La risposta risiede nella complessità del processo produttivo: produrre olive da tavola si rivela infatti molto più complicato rispetto alla produzione di olio di oliva. Un processo che necessita di una cura e attenzione che si protrae per alcuni giorni, durante i quali le olive devono essere conservate in modo ottimale per mantenere intatte tutte le loro proprietà.

Verso una Maggiore Consapevolezza

Sebbene il settore dell'olio di oliva, e in particolare quello dell'extra vergine, abbia visto un incremento della consapevolezza e dell'educazione nel corso degli ultimi trent'anni, lo stesso non si può dire per le olive da tavola.

Siamo di fronte a una grande opportunità persa: come possiamo lavorare per valorizzare meglio la produzione interna, spesso superiore per qualità e sapore?

L'Invito a Chef e Ristoratori

È tempo di mettere mano a un processo di formazione e sensibilizzazione, coinvolgendo non solo i produttori ma anche ristoratori, chef e appassionati del settore. La quantità di olio che viene prodotta annualmente dall'Italia si conta in milioni di tonnellate di olio, ma ciò non deve farci dimenticare l'altro grande prodotto che vengono raccolte dai nostri oliveti: le olive da tavola.

Un Cammino da Percorrere Insieme

Se l'Italia è famosa nel mondo per la sua passione per il buon cibo e i prodotti di qualità, nel settore delle olive da tavola c'è ancora molto da fare.

Come produttori, consumatori e amanti del buon cibo, abbiamo la responsabilità di educare e informare, scegliendo sempre il meglio. Facciamolo insieme, partendo da una scelta consapevole e informata.


Roberto De Andreis

18 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page