top of page

Olive Taggiasche DOP: esistono davvero?

Se sei un appassionato di olive e sei alla ricerca dell'oliva Taggiasca DOP, potrebbe sorprenderti sapere che questo prodotto non esiste! Le Olive Taggiasche sono una varietà di olive apprezzate per il loro gusto delicato e raffinato, originarie della Liguria occidentale. Ma esiste davvero un marchio di qualità per queste olive? Scopriamo insieme la realtà dietro questa prelibatezza italiana.

olive taggiasche dop o igp

Olive Taggiasche: una varietà senza marchio di qualità?

Nonostante la popolarità crescente dell'oliva Taggiasca, al momento non esistono marchi di qualità, come DOP o IGP, che garantiscano al consumatore la provenienza e la qualità del prodotto. Tuttavia, nel 2004 è stato istituito il "Comitato promotore oliva Taggiasca in salamoia della Riviera ligure di Ponente", che ha poi cambiato nome in "Comitato promotore oliva Taggiasca in salamoia" nel 2007.


Una varietà autoctona con una lunga storia

L'oliva Taggiasca è una varietà autoctona della Liguria, coltivata e lavorata dai liguri da secoli. Il suo sapore unico, leggermente dolce, è molto apprezzato in cucina e fa parte della tradizione culinaria della regione, soprattutto nella versione in salamoia.


Oggi, le olive taggiasche vengono raccolte a maturazione incompleta, quindi quando sono cangianti e non nere come un tempo. Vengono selezionate a mano e a macchina, vengono poi fermentate in un liquido composto semplicemente da acqua e sale e non vengono trattate con agenti chimici alcalini. Possono essere aromatizzate con erbe naturali come timo, alloro e rosmarino e confezionate sott'olio o come paté.


Il processo di assaggio delle olive in salamoia è gestito da assaggiatori professionali, organizzati in un panel di almeno otto persone, che devono valutare l'assenza di difetti e verificare che la fermentazione sia avvenuta in modo ottimale.



La protezione della qualità e della provenienza con l'IGP

L'Indicazione Geografica Protetta (IGP) è un marchio di qualità assegnato dall'Unione Europea ai prodotti strettamente legati al loro territorio di origine. Questo riconoscimento garantisce che il prodotto venga prodotto, lavorato e/o preparato in un'area geografica determinata, conferendogli caratteristiche uniche che lo distinguono da altri prodotti simili.

L'istituzione di una IGP per l'oliva Taggiasca è un modo per proteggere la sua origine e la qualità delle olive, prevenendo la contraffazione e l'imitazione.


Il processo di ottenimento dell'IGP

Per ottenere il riconoscimento di un prodotto DOP o IGP, bisogna presentare una domanda al Ministero delle politiche agricole e forestali, corredata da una descrizione dettagliata del prodotto e delle sue caratteristiche, nonché dalla documentazione che attesta la tradizione e la storia del prodotto.


La celebrazione della cultura e della storia ligure

L'ottenimento di una IGP per l'oliva Taggiasca ligure rappresenterebbe un passo importante per proteggere e promuovere la cultura, la tradizione e la qualità di questo prodotto autoctono. Inoltre, celebrerebbe la cultura e la storia della Liguria e dei suoi abitanti, che hanno preservato e coltivato la varietà di oliva Taggiasca per generazioni.


Un legame tra l'oliva Taggiasca e la tradizione ligure

L'oliva Taggiasca non è solo un prodotto alimentare di alta qualità, ma rappresenta anche un legame con la storia e la cultura della Liguria. Dietro la produzione dell'olio e delle olive Taggiasche c'è una lunga tradizione, che vede tuttora il lavoro di menti e braccia giovani a presidio del territorio.


coltivazione di oliva taggiasca tra i muretti a secco in Liguria

I produttori locali hanno promosso il recupero di terreni abbandonati, il rifacimento di muri a secco per la definizione dei terrazzamenti e la manutenzione di viabilità rurali, contribuendo anche alla prevenzione del dissesto idrogeologico.

Grazie a questo lavoro di recupero e mantenimento del territorio, la bellezza e la fertilità del paesaggio ligure sono state preservate, creando una linea sostenibile che dura da secoli tra la taggiasca e il territorio.



La necessità di garantire la provenienza e la qualità

È fondamentale garantire la provenienza e la qualità delle olive e dell'olio di oliva, proteggendo gli sforzi dei produttori locali e promuovendo la valorizzazione di un territorio complesso e impervio, quanto fertile e suggestivo, come quello ligure, tra terra e mare.


L'istituzione di una IGP per l'oliva Taggiasca in Salamoia rappresenterebbe un modo per riconoscere e proteggere questa tradizione, contribuendo alla valorizzazione del territorio e alla sua sostenibilità economica ed ambientale.


L'oliva Taggiasca: preservare un patrimonio unico per le generazioni future

L'oliva Taggiasca in Salamoia è una prelibatezza unica che merita di essere tutelata attraverso l'ottenimento di una IGP. Questo riconoscimento garantirebbe la provenienza e la qualità del prodotto, proteggendo la tradizione e la cultura della Liguria e promuovendo la sostenibilità del territorio. Solo in questo modo potremo continuare a gustare le deliziose Olive Taggiasche in Salamoia, sapendo di contribuire alla valorizzazione di un patrimonio culturale e gastronomico che dura da secoli.

81 visualizzazioni0 commenti

תגובות


bottom of page